7 Settembre 2017

Cresce il riciclo del legno, +3,64% nel 2016

Nuova vita anche per 400 milioni di cassette prodotte in Italia


Lungi dall’andare in pensione le cassette di legno continuano ad essere l’imballaggio più utilizzato nel settore ortofrutticolo, perché il legno per sua natura è un materiale sano e adatto al contatto alimentare. Sono state 400 milioni le cassette immesse al consumo in Italia nel 2016 e una volta svolto il proprio ruolo Rilegno, il Consorzio nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclo degli imballaggi di legno, si adopera affinchè non finiscano in discarica, ma diventino nuova materia prima.

Nel 2016 è cresciuto il flusso dei rifiuti di legno avviato a riciclo raggiungendo 1.627.000 tonnellate, 47mila in più rispetto all’anno precedente, pari a un +3,64%. In più è cresciuto il settore della rigenerazione dei pallet, arrivato a superare le 721mila tonnellate recuperate, equivalenti a circa 45 milioni di unità reimmesse al consumo previa cernita e/o riparazione.

In totale, sommando riciclo, riutilizzo e recupero energetico la quota complessiva di recupero dei rifiuti di imballaggio è salita al 63,52%. Una quantità che si trasforma in pannello truciolare, semilavorato per l’industria del mobile, utile anche in settori come l’edilizia. Rilegno sostiene economicamente il sistema del recupero: ogni anno il Consorzio impiega circa 22 milioni di euro per co-finanziare le attività di raccolta e avvio a riciclo. (ANSA).


CRCM

L’industria del riciclo è oggi una risorsa fondamentale del sistema Paese e contribuisce in maniera sostanziale all'esigenza dello sviluppo economico e alla tutela dell'ambiente. CRCM Srl offre servizi alle imprese che, attraverso il proprio ciclo produttivo, generano Rifiuti speciali, garantendone per quanto più possibile il recupero o il corretto smaltimento.

Il nostro impianto
L'impianto di CRCM