14 dicembre 2018

Nasce Biorepack, il settimo consorzio di Conai

Costituito da sei aziende, opererà nel riciclo organico degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile. Per ora attende il via libera di Minambiente.


biopalstiche filmConai potrebbe avere presto un settimo consorzio di filiera accanto a quelli esistenti per la raccolta e recupero degli imballaggi in plastica (Corepla), alluminio (Cial), acciaio (Ricrea), carta (Comieco), legno (Rilegno) e vetro (Coreve).

É stato infatti costituito a Roma, il 26 novembre scorso – ma la notizia è stata data oggi in occasione della presentazione del Rapporto Assobioplastiche (leggi articolo)  – Biorepack, Consorzio nazionale per il riciclo organico degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile. Packaging che fino ad oggi sono assimilati – non senza malumori da parte dei produttori di manufatti compostabili – a quelli in materiale plastico nell’ambito di Corepla, pagando così un contributo ambientale tra i più elevati.

L’iniziativa è promossa da sei tra i principali produttori e trasformatori di bioplastiche (Ceplast, Ecozema-Fabbrica Pinze Schio, Ibi plast, Industria Plastica Toscana, Novamont e Polycart) e si colloca – si legge in una nota – all’interno del sistema Conai come nuovo consorzio di filiera per la gestione a fine vita degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile, che possono essere riciclati con la raccolta della frazione organica dei rifiuti e trasformati, con specifico trattamento industriale, in compost o biogas.

“Si tratta di un progetto concreto di economia circolare aperto a tutti gli operatori della filiera, compresi gli utilizzatori e i compostatori – afferma Marco Versari, presidente di Assobioplastiche e presidente ‘pro tempore’ del nuovo Consorzio –. Un’iniziativa che consentirà alla filiera delle bioplastiche una migliore gestione dei propri imballaggi, ai cittadini di riconoscere tali materiali e conferirli correttamente nella raccolta dell’umido domestico e all’Italia di incrementare i risultati di riciclo raggiunti nel settore dei rifiuti urbani e dei rifiuti di imballaggi”.

Lo statuto di Biorepack, redatto in conformità allo statuto tipo del Ministero dell’Ambiente vigente per i consorzi di filiera Conai, è stato trasmesso al dicastero guidato da Sergio Costa, che dovrà emanare un decreto di autorizzazione per dare piena operatività al Consorzio.

[fonte: https://www.polimerica.it]


CRCM

L’industria del riciclo è oggi una risorsa fondamentale del sistema Paese e contribuisce in maniera sostanziale all'esigenza dello sviluppo economico e alla tutela dell'ambiente. CRCM Srl offre servizi alle imprese che, attraverso il proprio ciclo produttivo, generano Rifiuti speciali, garantendone per quanto più possibile il recupero o il corretto smaltimento.

Il nostro impianto
L'impianto di CRCM