28 Gennaio 2020

CRCM SI E’ DOTATA DI UNA DIAGNOSI ENERGETICA DEL PROPRIO IMPIANTO

IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI: BUONE PRATICHE DI SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE


C.R.C.M. Srl ha recentemente commissionato l’elaborazione della diagnosi energetica delle proprie attività a Energy Side Srl, azienda toscana specializzata nello sviluppo di soluzioni innovative e nella consulenza energetica finalizzata all’individuazione di opportunità di risparmio per piccole, medie e grandi imprese.

C.R.C.M. Srl opera nel settore del recupero dei rifiuti non pericolosi attraverso il proprio impianto multifunzionale dedicato allo stoccaggio provvisorio, operazioni di recupero, trattamento e smaltimento di rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi (anche assimilabili).

L’azienda non è presente nell’ elenco delle imprese a forte consumo di energia elettrica istituito presso la Cassa per i Servizi Energetici e Ambientali, ma risulta grande impresa in quanto collegata ad una grande impresa (STA Spa) e dunque soggetta all’obbligo di diagnosi energetica di cui all’articolo 8 del D.Lgs. 102/2014.

Il sito preso in esame è l’impianto di stoccaggio, trattamento e recupero rifiuti situato in Via Ganghereto, 133 – 52028 Terranuova Bracciolini (AR). Il settore d’appartenenza è il settore   industriale.   Nell’edificio   che   accoglie   l’impianto   hanno   sede   anche   gli   uffici   dirigenziali e amministrativi dell’azienda.

Le principali unità di misura adottate nel corso della diagnosi per i differenti vettori energetici sono:

  • Gas metano
  • Energia elettrica
  • Gasolio

Come riferimento dell’impianto in esame è stato preso il documento “Studio su consumi energetici della raccolta e della selezione di carta e cartone” realizzato da Ambiente Italia e Comieco (anno 2003) da cui si ricava che consumi energetici e le conseguenti emissioni di CO2 derivanti dalle operazioni di selezione e pressatura sono più omogenei.

Oltre ad una serie di indicazioni specifiche su ogni singola procedura aziendale, al fine di monitorare e ridurre i consumi energetici, osservando in particolare i dati del vettore energetico elettrico, la diagnosi fornisce utili istruzioni per interventi pratici di efficientamento energetico: ad esempio risulta che il 18,83% dell’assorbimento è a carico dell’illuminazione.

La sostituzione dei tradizionali apparecchi illuminanti/lampade con altri più innovativi e performanti (LED) porterebbe ad una corposa riduzione di questi consumi.

CRCM ha messo tale operazione fra i propri obiettivi di miglioramento.


CRCM

L’industria del riciclo è oggi una risorsa fondamentale del sistema Paese e contribuisce in maniera sostanziale all'esigenza dello sviluppo economico e alla tutela dell'ambiente. CRCM Srl offre servizi alle imprese che, attraverso il proprio ciclo produttivo, generano Rifiuti speciali, garantendone per quanto più possibile il recupero o il corretto smaltimento.

Il nostro impianto
L'impianto di CRCM