8 Febbraio 2021

Il riciclo della plastica in Italia spiegato coi numeri

Quanti degli imballaggi che gettiamo vengono riciclati? Quanti sono gli impianti per farlo? I dati essenziali della filiera.


La gestione del fine vita e del riciclo degli imballaggi in plastica sono tra i più complessi, a causa dei numerosi materiali diversi (PP, PE-HD, PE-LD, PE-L-LD e PET) e al fatto che questi materiali vengano spesso accoppiati, per ragioni di performance e di marketing, ad altri materiali. Vi raccontiamo questa filiera grazie alle statistiche fornite dal consorzio per la gestione dei fine vita di questi imballaggi (CoRePla) e al report L’Italia del Riciclo 2020 di Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e Fise Unicircular.

Questi i dati principali:

40%       La quota di plastica impiegata, sul totale della plastica prodotta in Europa, per ricavare imballaggi;

1%          L’aumento nel quantitativo di imballaggi in plastica immessi al consumo in Italia nel 2019 (2,3 milioni di tonnellate totali) rispetto al 2018. In termini di composizione, il 43% dei 2,3 milioni è costituito da imballaggi flessibili e il 57% da imballaggi rigidi. A livello di polimeri il grosso è polietilene (PE), indirizzato prevalentemente all’imballaggio flessibile, arrivando al 70%. Significativi anche i consumi per PET (Polietilene tereftalato) e PP (polipropilene), che si rivolgono soprattutto all’imballaggio rigido;

3%          La quota di biopolimeri (o bioplastiche: polimeri sintetizzati a partire da fonti rinnovabili e/o biodegradabili e compostabili) sul totale della plastica impiegata per realizzare imballaggi;

53%       L’aumento della raccolta differenziata di plastica gestita dal sistema CoRePla tra 2015 e 2019. Nel 2019 la raccolta è stata pari a 1,3 milioni di tonnellate, nel 2015 erano 899.000 chilogrammi;

22,8       I chilogrammi di imballaggi in plastica che mediamente ogni italiano differenzia nella raccolta dei rifiuti;

50%       L’obiettivo europeo di riciclo degli imballaggi in plastica al 2025 (Direttiva 94/62/CE sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio);

43%       La quota degli imballaggi in plastica avviati a riciclo sul totale di quelli della raccolta differenziata;

48%        La quota degli imballaggi in plastica avviati recupero energetico (termovalorizzazione, incenerimento, cementifici) sul totale di quelli della raccolta differenziata;

9%          La quota degli imballaggi avviati a smaltimento in discarica;

35           Gli impianti di selezione dei rifiuti da imballaggi in plastica attivi nel 2019.


[fonte: https://economiacircolare.com/riciclo-plastica-numeri-2020/]


CRCM

L’industria del riciclo è oggi una risorsa fondamentale del sistema Paese e contribuisce in maniera sostanziale all'esigenza dello sviluppo economico e alla tutela dell'ambiente. CRCM Srl offre servizi alle imprese che, attraverso il proprio ciclo produttivo, generano Rifiuti speciali, garantendone per quanto più possibile il recupero o il corretto smaltimento.

Il nostro impianto
L'impianto di CRCM