9 Agosto 2017

La Toscana al top nel riciclo delle lampadine

Pisa e Arezzo sbaragliano, Firenze solo terza. In tutta la regione in sei mesi sono state raccolte e riciclate 79 tonnellate di rifiuti luminosi


A primeggiare in Toscana nella raccolta dei rifiuti esausti di illuminazione è in assoluto la città della Torre Pendente. In tutta la provincia nella prima metà dell’anno sono state raccolte 17 tonnellate di lampadine arrivate a fine vita. Subito dietro, con 16,4 tonnellate, c’è Arezzo. In terza posizione Firenze: nel capoluogo toscano le lampadine esauste recuperate sono poco più di 16 tonnellate.

A tracciare la panoramica del recupero di questa peculiare categoria di rifiuti, gli R5, sono i dati di Ecolamp presentati a Festambiente. Secondo la classifica delle province, la prima città fuori dal podio è Lucca, con circa 8 tonnellate, seguita da Pistoia con 6 tonnellate. Se la battono poi Siena e Prato, distanziate solo da un centinaio di chili di rifiuti luminosi recuperati. A vincere, tra le due città, è Siena. Fanalini di coda Livorno, con 3,3 tonnellate, Massa-Carrara con quasi due tonnellate e mezzo e Grosseto.

La caratteristica di questi rifiuti è che il 95 per cento dei materiali può essere recuperato e impiegato in nuovi cicli produttivi.

[www.toscanamedianews.i]


CRCM

L’industria del riciclo è oggi una risorsa fondamentale del sistema Paese e contribuisce in maniera sostanziale all'esigenza dello sviluppo economico e alla tutela dell'ambiente. CRCM Srl offre servizi alle imprese che, attraverso il proprio ciclo produttivo, generano Rifiuti speciali, garantendone per quanto più possibile il recupero o il corretto smaltimento.

Il nostro impianto
L'impianto di CRCM